La SEC nigeriana sospende le regolamentazioni pianificate sulle criptovalute a causa del divieto della banca centrale

L’autorità di regolamentazione dei valori mobiliari della Nigeria ha sostenuto il divieto di criptovaluta della banca centrale sospendendo il suo quadro normativo pianificato per le risorse digitali.

La Nigerian Securities and Exchange Commission ha sospeso i suoi piani per la regolamentazione delle criptovalute a seguito del recente divieto da parte della banca centrale che vieta alle istituzioni finanziarie di servire gli scambi di criptovalute.

In una dichiarazione inviata via e-mail citata dal Daily Post venerdì, la SEC ha dichiarato :

„Ai fini dell’ammissione al SEC Regulatory Incubation Framework, la valutazione di tutte le persone (e prodotti) interessati dalla Circolare CBN del 5 febbraio 2021, è qui sospesa fino a quando tali persone non saranno in grado di gestire conti bancari all’interno della Nigeria sistema bancario.“

Come riportato in precedenza da Cointelegraph, la commissione ha riconosciuto le risorse digitali nel settembre 2020. All’epoca, la SEC aveva affermato di essere pronta a creare una sandbox normativa per le criptovalute come parte degli sforzi per regolamentare completamente il mercato.

Per la SEC, la sua ultima dichiarazione è in risposta alle richieste delle parti interessate in merito ai conflitti politici percepiti tra il suo annuncio di settembre e la circolare della banca centrale. Secondo la Commissione, la proposta di sandbox regolamentare per le aziende fintech non crittografiche che si concentrano sul mercato dei capitali continuerà come previsto.

Le reazioni al divieto di criptovaluta della banca centrale sono state apparentemente divise lungo linee etniche e geopolitiche in tutto il paese, con gli elementi più progressisti della politica che discutono contro la mossa.

La banca centrale da parte sua ha affermato che la mossa è stata presa per combattere l’uso di valute virtuali da parte di elementi criminali in Nigeria

La sessione plenaria del Senato di giovedì ha visto alcuni senatori chiedere un approccio più sfumato da parte della banca centrale nella regolamentazione delle criptovalute. Tuttavia, il senatore Sani Musa del distretto senatoriale orientale del Niger ha affermato che Bitcoin aveva reso la naira „quasi inutile“.

Come parte delle sue deliberazioni, il Senato nigeriano ha deciso di invitare il governatore della CBN a comparire davanti alle commissioni appropriate per discutere i possibili meccanismi per le future normative sulle criptovalute nel paese.